SWL con IN3YKS 

11/11/2011

RadioActivity ha deciso di esplorare il settore SWL - Shortwave Listening - conosciuto più comunemente come "Radioascolto". Le antenne, o meglio, le orecchie, ci hanno portato ad intervistare il nostro socio Alessandro - IN3YKS - in previsione di una futura serata a tema in argomento.


D: Quando è perché hai iniziato la tua attività come SWL? Da quanto la pratichi?

R: Ho iniziato nel 1991, allora avevo 14 anni, e casualmente mi è capitata tra le mani una rivista di elettronica dove vi era uno spazio dedicato all'ascolto delle Broadcasting (BC). La cosa mi incuriosì e volli provare qualche ascolto, inviando alcuni rapporti di ricezione. In poco tempo mi si aprì un mondo nuovo ed interessante che mi ha portato all'inizio ad ascoltare le BC internazionali e locali, poi mi ha fatto conscere il mondo dei radioamatori, diventando infine un OM.


D: Con che attrezzature hai iniziato (ricevitore/antenna) e con cosa operi attualmente?

R: Le prime BC le ho ascoltate con la radio di casa che riceveva l'FM e le sole onde medie. Per ascoltare i 49m dovevo andare da mia nonna che possedeva una vecchia radio valvolare anni 60; con quella ho ascoltato in onde corte le prime BC europee. Successivamente ho acquistato un Marc NR-82F1, poi un Satellit 700 ed infine un Icom IC-R75. Due anni fa quando ripresi ad ascoltare le BC mi sono dotato di un Degen DE 1103 e di un Sangean ATS-909, due ricevitori modesti ma efficienti.


D: Raccontaci il tuo radioascolto più emozionante e quello più particolare/lontano.

R: Il più emozionante sicuramente nel 1994, un OM di Sarajevo. La guerra nella ex Jugoslavia era all'apice, la città sotto assedio e la cronaca ci raccontava di come i suoi abitanti cercassero di trovare qualche spazio di vita e di normalità quando i combattimenti erano fermi, nonostante le bombe ed i cecchini. Non ricordo il suo nominativo, ricordo solo che trasmetteva in 40m e che si era scatenato un forte pile up. Parlava un buon italiano e raccontava che approfittava di 2 ore di energia elettrica per trasmettere. Un vero esempio di come la radio possa salvare la vita!

L'ascolto BC più lontano è stato con R. New Zealand International, non particolarmente difficile. Il più particolare quello di R. St. Helena, stazione che trasmette dall'omonima isola una sola volta all'anno.

D: Alcuni veloci consigli da dare a chi vuole iniziare con l'SWL.

R: I consigli sono pochi ma generali. Un ricevitore giustamente sensibile e selettivo con una buona antenna, decidendo cosa si vuole ascoltare. Un QTH lontano da rumori aiuta notevolmente e soprattutto ... una buona dose di pazienza.  


Ringraziamo Alessandro per la sua cortese disponibilità, riportando di seguito alcuni rapporti d'ascolto che ci ha gentilmente trasmesso. A voi il click su questi ultimi ed ovviamente ... 

BUONI ASCOLTI!!

 

  

 

 

 


Site Map | Versione stampabile | © 2008 - 2017 A.R.I. Sezione di Trento | Powered by mojoPortal | HTML 5 | CSS | Design by styleshout